EXHIBITION

VALERIO GIACONE
LUCUS
7.5-10.7 2016

 

About the Exhibition

L’inedito corpo di lavori presentati da Giacone(realizzati per l’occasione) rappresenta una svolta nella ricerca interiore e artistica dell’autore.
L’esposizione è concepita come un viaggio dentro un mondo sacrale(luogo sacro) di pensieri e sensazioni.
Il colore denso e magmatico avvolge l’intera superficie pittorica, definito solo da pochi tratti e interrotto improvvisamente da squarci di luce.
In mostra 10 dipinti di grandi dimensioni in tecniche miste e una serie di carte e libri d’artista realizzati a china.
C’è un punto, un limite, uno spiraglio dove trapela la luce. Un equilibrio sottile, impermanente, da ricercare costantemente.
C’è una materia che cambia e si modifica, impercettibilmente si trasforma.
E’ sacro quello spazio dove tutto agisce silenziosamente, nella presenza di un istante, osserva.
Qui c’è la vita, la sua caducità e la sua forza brutale. Qui c’è armonia nel caos.
Ecco cos’è per me l’Arte, la vita e il sacro attendere ad esse. Rimanere presente e prendere parte al processo esistenziale, come nel bosco. Da osservatore e attore, essere albero tra gli alberi, in me e fuori di me, comunque essere.
Anche io voglio essere albero, albero tra gli alberi, un albero pieno di nodi e cicatrici ma pur sempre un albero. Maestro.
Testimone di questa ricca precarietà che la vita è. Meravigliosa.